Skip to content

pasta con friggitelli, alici e pomodorini

4 agosto 2009

Proseguo con le paste estive. Questa è senz’altro una delle migliori, con gli ingredienti che formano un insieme di grande sapore, ma estremamente equilibrato. Devo anche dire che purtroppo non è farina del mio sacco. La prima volta la mangiai a Pisciotta, sotto gli olivi secolari di un’osteria a mezza costa, fatta – particolare non trascurabile – con l’olio locale da cultivar pisciottana che ha un sapore suo proprio molto pronunciato. L’ho ritrovata, identica, molti anni dopo sotto l’ombrello marchigiano della cucina del Ceppo, noto ristorante romano. A naso la paternità va attribuita alle coste cilentane piuttosto che al litorale di Ancona, ma alla fine sono particolari insignificanti di fronte a quello c’è nel piatto. Con l’olio pisciottano la pasta ha decisamente una marcia in più.

Friggitelli, alici e pomodorini sono tre materie prime che sembrano fatte apposta per stare insieme, tanto l’unione è ben riuscita, ed è un condimento che richiede un formato di pasta senza mezze misure: i paccheri (mezzi paccheri in questo caso) o le linguine, a seconda dei gusti e dell’umore.

  1. mettere a soffriggere aglio qb in un olio evo rotondo aggiungendo peperoncino a piacere.
  2. aggiungere i friggitelli tagliati a pezzi facendo cuocere un poco.
  3. aggiungere le alici a pezzi e teminare la cottura.
  4. aggiungere i pomodorini in concassè in quantità non eccessiva (non devono cuocere).
  5. mantecare la pasta rifinendo con un giro d’olio.
About these ads
7 commenti leave one →
  1. 4 agosto 2009 10:05 pm

    Pisciotta. C’ero l’anno scorso.

    http://oradicena.blogspot.com/2008/09/compiti-delle-vacanze.html

  2. Lucia permalink
    13 agosto 2009 6:13 pm

    Ciao maruzzella, è sempre un piacere leggere le tue ricette che mi fanno… salivare!

    senti, scusa l’ignoranza ma che cosa sono i friggitelli?

    ciao!

  3. 30 gennaio 2010 10:32 pm

    Maruzzella, sono 5 mesi, CINQUE mesi che mi vedo davanti questa pasta. Che si fa?

    • 31 gennaio 2010 5:54 pm

      Che si fa? Ahimé temo niente. Non ho proprio nessunissima voglia di postare, e non seguo neanche più voialtri. Figurati, vedo solo adesso che tu hai ripreso! E poi sono anche a dieta, con tanto di graffetta alle orecchie.

      • Anonimo permalink
        8 febbraio 2010 6:08 pm

        Roberto

        Peccato che tu non abbia più voglia di postare. Molti di noi resteranno orfani dei tuoi consigli. In ogni caso GRAZIE per tutti i consigli sul pane e sul lievito madre.

        ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: