Skip to content

alici 1

3 novembre 2007

L’umile alicetta non è solo il mio pesce preferito, per me è la regina dei pesci. Le sue possibilità di impiego in cucina sono praticamente infinite. Al tegame, al forno, in tortino con le verdure, fritte, in carpione, col pomodoro, in bianco, sulla pasta, calde, fredde, sotto sale… E ancora: costano poco, sono sempre fresche, sono piccole (le dimensioni ridotte permettono a tutti i pesci piccoli di eliminare i veleni di cui abbonda il nostro bel mare, a cominciare dal mercurio) perciò sicure.

Marinate crude col sale e limone è il modo in cui le apprezzo di più. Ne sono così golosa da mangiarne finchè il palato le regge, data la potenza del sapore. La ricetta venne estorta da mia madre a un cuoco ligure dopo una corte durata varie stagioni durante il periodo dei suoi soggiorni vernazzani.

Le alici devono essere di dimensioni medio grandi e superfresche. Io me le pulisco da sola – credo di essere l’unica cliente del mio pesciarolo a rifiutare il servizio – perchè non bisogna togliere la coda ed è un’operazione che va fatta con una certa delicatezza.  Le faccio spurgare dal sangue sotto l’acqua corrente e poi comicio a disporle strato su strato, cospargendole di sale fino e aggiungendo a filo succo di limone. Sei ore di marinatura in frigorifero, tampono l’eccesso di liquido e le dispongo su un piatto, poi poco pepe, abbondante origano e un extra vergine di buona struttura e piccantezza.

Il massimo è mangiarle con le mani, chiudendole appena a libro con due dita.

Advertisements
6 commenti leave one →
  1. 3 novembre 2007 7:37 pm

    Scopro il tuo blog dopo essere passata da Giovanna.
    Sei veramente bravissima, ritornero a farti visita…
    Bellissimo il pane francese !

  2. Vittoria permalink
    3 novembre 2007 9:02 pm

    Le alici marinate sono uno dei cibi per cui farei follie…

  3. 4 novembre 2007 1:48 pm

    @Paola e Vittoria
    Grazie, e benvenute!

  4. 5 novembre 2007 10:49 am

    Ciao Mara, hai ragione: le alicette, come il pesce spatola è molti altri sono sempre troppo sottovalutati. Ma la gente comune preferisce fare “bella figura” con i soliti scampi e gamberoni.
    Le alici invece sono strepitose, in ogni modo!! Meglio per noi, che almeno le troviamo sempre dal pescivendolo :-D

  5. 5 novembre 2007 2:07 pm

    @Jacopo
    E stasera me le faccio fritte in pastella seguite da broccoletti a crudo.
    ps: sto meditando un piccolo raduno per la blogosfera romana…

  6. 8 novembre 2007 10:14 am

    Grande Mara, non vedo l’ora. E facci sapere anche se qualcosa …bolle in pentola :-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: