Skip to content

il belpaese

14 dicembre 2007

Esprimo tutta l’indignazione e lo sdegno di cui sono capace di fronte alla serrata degli autotrasportatori, allo spettacolo dell’Italia in ginocchio,  ostaggio di interessi corporativi che hanno gravemente danneggiato l’economia del paese e lo svolgimento della sua vita civile. Senza mezzi termini ritengo che siamo davanti a comportamenti eversivi, e che come tali andrebbero affrontati. Mi auguro che il governo la prossima volta agisca in questo senso invece di cedere al ricatto. Siamo molto lontani dall’essere un paese moderno.

I danni maggiori li ha  – guarda caso – subiti tutta la filiera dell’agro-alimentare. Per molte aziende del settore Natale costitutisce una parte importante del fatturato annuo e i produttori più piccoli pagheranno duramente l’arroganza corporativa di chi si è dichiarato fuori dalla comunità nazionale. E pagheranno i consumatori che stanno già affrontando gli aumenti dei prezzi delle derrate, la speculazione, e il rischio di ritrovarsi nel piatto merce avariata. Per un Buon Natale 2007.

Advertisements
3 commenti leave one →
  1. 15 dicembre 2007 7:09 am

    E’ vero siamo lontani dall’essere un paese civile, perchè se lo fossimo i problemi degli autotrasportatori sarebbero stati affrontati prima che esplodessero in modo così cruento, ma ormai in Italia si è perso l’uso del buonsenso e la politica invece di essere risolutiva dei problemi è creatrice di ulteriori problemi.
    Io lo vedo nel mio lavoro di edicolante dove devo affrontare il monopolio arrogante dei distributori e la passività dei sindacati, in breve sono solo ad affrontare i problemi quotidiani del mio lavoro di fronte all’inettitudine e alla incapacità di chi ci governa e ci rappresenta (parlo anche a livello locale) ad essere risolutore; a volte mi soffermo su questo senso di solitudine e di stacco dalla comunità civile a cui appartengo, sulla sua perdità di coesione e identità dove i problemi dei singoli sono i problemi di tutti, e vanno risolti in modo pacifico.

  2. 16 dicembre 2007 6:57 pm

    sdegno e indignazione, non sono del tutto d’accordo e non sono autotrasportatore. purtroppo vedremo sempre più spesso azioni del genere perchè stiamo andando allo sbando e chi ci governa non fa nulla per risolvere i veri problemi. aria fritta e basta. il discorso sarebbe molto lungo… vi risparmio il seguito. il senso è comunque chiaro. ci siamo stancati di come vanno le cose..

  3. jajo68 permalink
    18 dicembre 2007 9:56 am

    Sono perfettamente d’accordo con te, Mara. Sono d’accordo con gli autotrasportatori, soprattutto quelli “piccoli”, che devono affrontare spese anche molto alte (assicurazioni, tragitti autostradali, permessi, benzina), anche se la maggior parte di queste, sia chiaro, possono scaricarsele dalle tasse, ma una cosa è fare sciopero (in questo li avrei “appoggiati=”) ed altra, ben diversa e molto più grave, è bloccare di fatto gran parte delle arterie stradali ed autostradali italiane: questo fatto non lo tollero (ipotesi: come ci si sarebbe comportati in caso di incendio o incidente con mezzi di soccorso di fatto bloccati tra i tir?) e li fa passare dalla parte del torto “senza passare dal via” (così come i loro fratellini “tassinari” romani che per ben due giorni hanno bloccato il centro di Roma: se a farlo fossero stati dei manifestanti di destra o di sinistra sarebbero stati caricati ed arrestati dalla Polizia). E, credimi, avendo ben 3 amici tassisti posso garantirti che non se la passano male come dicono. Purtroppo penso che di queste manifestazioni (o segnali di forza, per lo più presunta) ne vedremo ancora tante nel prossimo futuro.
    E la colpa è dei politici (quelli “veri” non esistono più da tempo: gli Almirante e i Berlinguer in televisione si facevano vedere una volta ogni due anni in occasione delle tribune elettorali mentre ora in ogni programma, qualsiasi tipo di programma, c’è sempre un nutrito gruppetto di pseudopoliticanti a dar spettacolo di se) e di noi italiani che per troppo tempo abbiamo tollerato il decadimento politico e sociale del paese…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: