Skip to content

api

17 aprile 2008

Stupisco che nessuno abbia dedicato spazio alla moria delle api. Io ne sono venuta a conoscenza circa due mesi fa quando Repubblica ha dedicato all’argomento un lungo e dettagliato articolo che sbadatamente non ho conservato e neanche è stato inserito on line.  Si spiegava che le api  muoiono perchè, drogate dai pesticidi neonicotinoidi, potentissime molecole neurotossiche di nuova generazione usate per il trattamento delle sementi, non trovano più la strada dell’alveare. Il pur grave danno economico per gli apicultori, è tuttavia niente in confronto al danno ambientale derivato dalla mancata impollinazione delle colture agricole. Perchè la tragedia è che stiamo avvelenando la terra, non soltando le api.

Vi invito a leggere questo, e tutti gli altri articoli segnalati dai link di mieliditalia.  

Annunci
12 commenti leave one →
  1. Jacopo permalink
    17 aprile 2008 8:20 am

    Da quanti anni non vedi una lucciola o un grillo…..? :-(

  2. 17 aprile 2008 8:56 am

    accidenti… non ne sapevo nulla! vado a leggere l’articolo… :(

  3. 17 aprile 2008 8:56 am

    Cara Mara ne ho parlato su Twitter a proposito di un articolo apparso su La Stampa che parlava di una moria di circa 200 milioni di api solo nella provincia di Torino,e una mia amica-contatto mi ha confermato le grosse difficoltà incontrate dagli apicoltori nella Valle di Susa.
    Ti segnalo un libro scritto sull’argomento: Sylvie Coyaud – La scomparsa delle api – Mondadori (Strade Blu), l’autrice collabora con La Repubblica e Sole 24 Ore e ha un suo blog http://ocasapiens.blog.dweb.repubblica.it/
    Il tuo post è molto importante perchè il problema è serio. Brava!

  4. 17 aprile 2008 10:32 pm

    Ne ho sentito parlare poco fa in qualche TG e ho pensato la stessa cosa che hai pensato tu: ci stiamo avvelenando il mondo. Questo è un campanello d’allarme ma purtroppo credo che chi dovrebbe occuparsene sia irrimediabilmente sordo: come al solito si aspetterà la crisi…
    Paola

  5. 17 aprile 2008 11:07 pm

    Scusami Mara, io sto cercando di contattarti per chiederti una fornitura a pagamento di pane per un evento di presentazione prodotti di Fattoria Italiana. Sarebbe opportuno per me avere una tua risposta molto celere, anche negativa, per avere il tempo di organizzarmi diversamente.

    Grazie, Andrea Sofia, andrea@sofia.it o andreasofia@gmail.com, 348 3415062.

  6. 18 aprile 2008 10:54 am

    Nel resto d’Europa l’uso di questo tipo di pesticidi è vietato dalla legge. Da noi ci stanno ancora pensando. E dire che il nostro miele è uno dei migliori. Per l’altro punto propongo di tornare al culto della Madre Terra.

  7. negroski permalink
    20 aprile 2008 11:59 am

    Ciao Maruzzella,
    c’è un meme bucolico per te. Non maledirmi! :)
    Buona domenica e…
    Prosit!

  8. rossdibi permalink
    21 aprile 2008 2:40 pm

    Ne avevo sentito parlare, forse al TG.
    Ahimè è un effetto credo del lungo termine di tutti cambiamenti indotti da anni nell’ambiente. Direi che è un serio campanello d’allarme.
    Grazie di averne parlato

  9. 22 aprile 2008 10:50 am

    Han fatto di recente un articolo su focus sull’intelligenza delle api e sulla loro importanza per la terra.
    Lo stesso Einstein aveva detto che se le api rischiassero l’estinzione l’uomo morirebbe.

    bahrabba.blogspot.com

  10. 24 aprile 2008 2:11 pm

    Negli Stati Uniti l’emergenza api e’ iniziata parecchio tempo fa. Qui pero’ si parla di diversi motivi a parte l’uso di fertilizzanti. Il cambio climatico e la presenza di nuovi virus sono altre cause, ma rimane il fatto che gli scienziati non sanno che pesci pigliare per migliorare la situazione.

  11. 24 aprile 2008 6:31 pm

    @Lajules
    E’ una cosa molto grave, e sicuramente le cause sono multifattoriali. Ieri sera davano su sky un documentario proprio sulla situazione americana intitolato “La scomparsa delle api”. Ero fuori e l’ho mancato, spero di riuscire a recuperarlo una delle prossime sere.

  12. priedavat permalink
    25 aprile 2008 11:47 am

    cacchio.
    A me il miele piace.
    Diciamo Basta ai pesticidi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: