Skip to content

pasta con zucchine e pecorino

13 ottobre 2008

Essere rigidi non è mai una buona cosa perchè alla fine ci si deve sempre ricredere, e poi si sa, le regole sono confermate dalle eccezioni. Dire che senza aglio e senza cipolle non si può cucinare è più che vero, tuttavia qualche settimana fa mi è scappata questa pasta, a conferma che qualche volta si può fare a meno anche dei due fondamentali bulbi. E’ spartana ed essenziale, nata in uno di quei momenti in cui si apre il frigo e si vede cosa si può fare.

C’era un rimasuglio di zucchine buono solo per una pasta, però a me pasta e zucchine mi sembra spenta, moscetta di sapore. Cercando ispirazione mi cade l’occhio sul barattolo del pecorino e si accende la lampadina. Taglio le zucchine piuttosto piccole e le rosolo brevemente in poco olio a fuoco violento, operazione determinante per la riuscita del piatto perchè serve a concentrare il sapore: dobbiamo produrre la reazione di Maillard mantenendo la consistenza. Ho mantecato dei malloreddus insieme a una parte del pecorino e pepe nero, e rifinito con altro formaggio e pepe sul piatto. Un saporone. Chi volesse un tocco in più, comunque non necessario, può aggiungere una punta di aglio al mortaio in mantecatura.

In foto il cicchetto avanzato tirato fuori dal frigo.

Annunci
8 commenti leave one →
  1. Anonimo permalink
    13 ottobre 2008 8:01 pm

    a casa mia fa parte dei piatti di base, però noi aggiungiamo un po’ di prosciutto a dadini e della cipolla nel soffritto .. a me piace, sarà perchè il mio palato non è molto raffinato o semplice allenamento del palato, per cui ‘pasta e zucchine’ è così, tu che ne dici?

  2. 13 ottobre 2008 8:02 pm

    ero sophia che si è scordata di loggarsi. comunque sono davvero felice di vedere quanto stai scrivendo, ogni volta che vengo qui mi si apre il cuore (e lo stomaco, poco romantico ma vero)

  3. 17 ottobre 2008 12:51 pm

    Ho appena seguito un seminario a proposito del piccolo cervello che risiede nel nostro apparato gastrointestinale (dei veri neuroni). Mente, stomaco, cuore. E’ un tutt’uno ;)
    Cucinati e mangiati proprio oggi.

  4. 17 ottobre 2008 10:07 pm

    @Sophia
    Sarà che sono un po’ talebana, ma la tua è pasta prosciutto e zucchine :-)

    @Ferrigno
    Eh sì, guarda come somatizziamo!
    son piaciuti?

  5. 19 ottobre 2008 9:13 pm

    pasta semplice ma gustosissima…ne sono sicura…ma potresti parlarmi meglio di questa reazione di maillard? te ne sarei grata, grazie

  6. 21 ottobre 2008 12:11 pm

    Sembra buonissima…
    Considerando l’ora credo che la preparerò giusto per pranzo!

  7. 24 ottobre 2008 8:12 am

    pietanza buonissima, peccato per il contenitore di plastica, non fa bella figura

  8. 24 ottobre 2008 2:54 pm

    @Melandroweb
    il mio approccio non contempla la bella figura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: