Skip to content

gallinella in due tempi

13 gennaio 2009

1° tempo.

Qualche tempo fa Roberto, che sarebbe il mio pesciarolo,  mi ha letteralmente appioppato l’abbondante scampolo di gallinelle rimaste sul suo banco (c’è il freezer, poco male). Piccole, tra i 12 e i 15 cm. Le prime le ho fatte il giorno stesso e le ho  messe intere nel  piatto. Scorciatoia dettata più dalla pigrizia che dalla mancanza di tempo, ma assolutamente da evitare perchè le  spine sono un grosso fastidio che impedisce di godere del piatto. La volta successiva le ho prima spinate per bene, senza mancare di rimettere i resti nel sugo a bollire un altro po’ per far cedere loro tutto il sapore. Una passata al cinese, e via. Non sto a darvi la ricetta che è veramente una cosa da niente: olio, cipolla, aglio, peperoncino, pomodoro, prezzemolo, come base e  suscettibile di tutte le varianti che volete con erbe e spezie.

2° tempo.

Poi c’è il riciclaggio degli avanzi. Questa volta niente pasta, ma un risottino. Vialone nano tostato a secco e cotto solo col sugo, aggiungendo in ultimo il pesce e un giro d’olio. Super semplice e super veloce.

Annunci
8 commenti leave one →
  1. 13 gennaio 2009 5:13 pm

    Ciao!
    non sono ancora riuscita a decidere se il regalo del pesciarolo è per fare un piacere o un dispetto almeno io dopo l’ultimo regalo di 17 gallinelle ho avuto dei grossi dubbi !
    anche perché io me le sono spinate tutte subito …
    Però devo dire che con i tonnarelli sono state molto apprezzate dagli amici a cena

    ciao

    trolley

  2. 14 gennaio 2009 1:07 am

    @Trolley
    Buone son buone, ma le spine…
    Del resto la zuppa si fa con i pesci di taglia grande. I piccoli è meglio passarli.

  3. 14 gennaio 2009 3:06 pm

    e superbuono direi.

  4. 14 gennaio 2009 11:04 pm

    premesso che preferisco tenere sempre il pomodoro a debita distanza dal pesce, ti confesso che quella zuppetta ha un’aspetto davvero invitante!

  5. 15 gennaio 2009 12:24 am

    @Michelangelo
    Grazie! Ma le zuppe di pesce senza pomodoro non si possono fare…
    ps: il pomodoro va usato – sempre – con discrezione.

  6. marcoboccaccio permalink
    17 gennaio 2009 5:41 pm

    perché senza pomodoro non si possono fare? davvero non lo so, non è una domanda retorica. comunque il pomodoro lo uso sempre meno, è difficile trovarlo buono, e ancora di più difficile da usare nella quantità giusta (come dici tu, con discrezione)

  7. 19 gennaio 2009 1:13 am

    @Marco
    In Italia le zuppe di pesce secondo tradizione, almeno in tutte le varianti che conosco, si fanno col pomodoro. Ma nella zuppa non ci possono andare tutti i pesci, ci vanno appunto, quelli da zuppa, che hanno un sapore marcato e qualcuno anche un filo grasso. Gallinelle, scorfani, san pietro, code di rospo, tracine, e poi i frutti di mare, calarami e polpi, e crostacei in un ampia varietà; senza menzionare tutte le varietà di pescato esclusivamente locale. Quello che tiene insieme tutto è il pomodoro! Nel New England fanno il chowder, che è una zuppa di vongole con il latte, ma stiamo dall’altra parte dell’Atlantico, e probabilmente nel Sud-Est asiatico ci mettono il latte di cocco. Qui nel Mediterraneo l’unica zuppa (che però è totalmente diversa dalla nostra) di cui sono a conoscenza che si fa senza pomodoro è la bouillabasse marsigliese.

  8. 20 febbraio 2009 12:37 pm

    super semplice super veloce e…..super buono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: